Orbetello

Cfr.: Toscana, itinerario n. 3/2019Dalle “crete” senesi, attraverso la Maremma, all’Argentario. Siena – Grosseto – Talamone - Orbetello – Monte Argentario.


Orbetello F7
Ab. 14.731, orbetellani; altezza: m. 3 s.l.m.; Provincia: Grosseto, mappa info Turista.: Pro loco, via Guerrazzi –Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; P.S. H. via Marino de Santis - T.: 0564 869111

Insediamento etrusco e successivamente romano, già fiorente nel V sec. a.C. Conquistata dai senesi nel primo decennio del XV sec. A metà del secolo successivo fu conquistata dagli spagnoli che ne fecero la capitale dello Stato dei Presidi. Nel XVIII sec. passò ai Borboni di Napoli. Nel 1801 fu unita al regno d’Etruria, campagna napoleonica, e nel 1815 diventò territorio del Granducato di Toscana, seguendone il suo destino.

La città conserva in parte la seicentesca cinta muraria, con i relativi bastioni, la Porta a Terra, la Porta Medina Coeli, la Porta del Soccorso. Da piazza del Popolo si raggiunge il canale che divide le due lagune e si può vedere l’importante Idroscalo di Orbetello, posto nelle acque della Laguna di Levante.